Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

marzo 24, 2010

Referendum LASAGNE…l’opzione SANA non è contemplata!

Filed under: dai genitori,rassegna stampa — ldvscuola @ 8:47 pm
Tags:

Dall’indimenticabile conduttore di ”piovono pietre…”

Gentili signori,

il vostro referendum sulle lasagne è la cosa più assurda, cretina e ridicola che abbia mai sentito, e questo è piuttosto grave in una gestione come quella di Milano Ristorazione, già ai minimi termini qualitativi.

Il metodo è assurdo: un “referendum” (ma chi vi scrive i testi?) da consegnare il 1 aprile, a scuole chiuse, il che significa, tra spogli e conteggi, arrivare ai risultati appena in tempo per la fine della scuola, a meno che non facciate gli exit-poll, le proiezioni e i ballottaggi.

Sul merito, invece, giù il cappello: nemmeno a Totò e Peppino sarebbero arrivati a tanto. In pratica voi ammettete di aver dato da mangiare ai nostri bambini lasagne contenenti cuoio, cotenna e peli di vacca (1). Giunte le

proteste, avete soppresso le lasagne. Questo significa una cosa sola, servire lasagne senza peli non è nella vostra

facoltà: o lasagne pelose o niente. Qualche settimana dopo, in preda a una bizzarra resipiscienza, avete deciso di rivedere la vostra decisione e ponete a noi genitori questa alternativa: niente lasagne, oppure lasagne farcite di cuoio, peli, cotenna (avete dimenticato un po’ di corna…). L’opzione “lasagne buone” non è contemplata. Però tenete molto a comunicarci che “tutto ciò è assolutamente irrilevante dal punto di vista igienico-sanitario” . E’ un’informazione preziosa: ce ne serviremo magari in qualche ristorante per fare i complimenti al cuoco dopo aver trovato peli, capelli, cotenne, code di topo e altro nella minestra, sempre se saremo così temerari da frequentare ristoranti di Milano Ristorazione.

Il vostro servizio – costoso, qualitativamente scadente e gestito in condizioni di monopolio (niente male per dei liberisti!) – non è in grado di licenziare per giusta causa un fornitore scadente e ci chiede di scegliere: niente cibo ocibo peloso. In più, sfiorate il ridicolo quando accusate le proteste dei genitori di essere “un attacco strumentale, molto probabilmente di natura pre-elettorale” (dalla patetica letterina del presidente di Milano Ristorazione, Professor Michele Carruba).

Siamo a questo: irritarsi perché i bambini trovano peli di mucca nelle lasagne è un attacco politico. Deduco che forse ne avete mangiate troppe.Vorrei concludere con un sereno invito alla vergogna, ma mi rendo conto che sarebbe tempo buttato.

Cordiali saluti

Alessandro Robecchi

Volete dire la vostra a Milano ristorazione:
scrivete a parliamoci@milanoristorazione.it

Io mangio a scuola

Filed under: documenti dalle scuole — ldvscuola @ 8:40 pm
Tags:

Manifesto per il diritto a un’alimentazione sana e corretta

Negli ultimi mesi i genitori di varie scuole di Milano hanno protestato contro la qualità scadente del cibo fornito dalla Milano Ristorazione. Manifestazioni come lo “Schiscetta day” e il “Mangio in bianco” hanno attirato l’attenzione su un servizio (non gratuito!) che continua a essere sordo nei confronti di chi chiede semplicemente che i propri figli mangino in maniera sana e corretta.

A Milano Ristorazione chiediamo di:

-utilizzare la spesa ora stanziata per la pubblicità e i dépliants (circa 180,000 euro) per una più oculata scelta e una maggiore varietà degli alimenti sopratutto delle diete

-escludere ingredienti quali i grassi idrogenati e i conservanti.

-incrementare la fornitura di prodotti BIO come previsto dal Contratto di Servizio (Art . 5, All.8) cominciando dalla frutta.

-eliminiare alimenti di qualità scadente come polpette e crocchette di totano.

-nella scelta degli alimenti evitare di acquistarli all’estero favorendo il km 0

-non sostituire la frutta con i succhi di frutta

-evitare di cambiare gli attuali contenitori inox per il cibo con quelli usa e getta in plastica che peggiorano la qualità della conservazione e gravano sull’ambiente.

-porre attenzione all’impatto ambientale dell’uso di piatti in plastica “usa e getta”

Blog su WordPress.com.