Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

dicembre 1, 2009

Finanziaria 2010: 410 milioni per le scuole non statali

Filed under: 70472 — ldvscuola @ 10:00 am

Nell’anno finanziario 2009 erano 402, nel disegno di legge finanziaria 2010 sono diventati 406, dopo il passaggio in Senato sono diventati 410. Quanti saranno dopo l’approvazione definitiva?

Il 13 novembre il disegno di legge finanziaria 2010 è stato approvato dal Senato e inviato alla Camera.

Il bilancio del MIUR è stato modificato, a fronte di 400 milioni di tagli sono stati assegnati 28 milioni: 2 alla scuola primaria, 4 alle scuole non statali, 7 all’università che ne aveva persi 660, e 15 alla ricerca che ne aveva persi160.

Nel 2009 alle scuole non statali sono stati assegnati 402 milioni, il disegno di legge finanziaria 2010 ne ha aggiunti 4 e il Senato ne ha aggiunti altri 4, in tutto quindi siamo arrivati a 410.

Come sono distribuiti questi soldi?

Un quarto circa della torta va finire in Lombardia (23,1%). Lombardia, Campania, Veneto, Lazio, Emilia Romagna e Piemonte si accaparrano più del 70% dei finanziamenti, alle altre Regioni spettano quote inferiori al 5%.

Come vengono spesi questi soldi?

Sul bilancio del MIUR si legge:

“Spese per la partecipazione alla realizzazione del sistema pre – scolastico integrato. Contributi per il mantenimento di scuole elementari parificate. Sussidi e contributi a scuole secondarie non statali. Assegni, premi, sussidi, contributi per il mantenimento e la diffusione delle scuole dell’infanzia non statali.”

Quanti saranno dopo l’approvazione definitiva del disegno di legge?

Milano, 26 novembre 2009

Annunci

settembre 19, 2009

Se il ministro dell’istruzione fosse Claudio Cremaschi…

Filed under: 70472 — ldvscuola @ 11:59 am

Recensione Libro

——————————————– 

Ottimo libro quello di Claudio Cremaschi (“Malascuola. Ovvero: se io fossi il ministro e all’Istruzione raddoppierei lo stipendio agli insegnanti”, edizioni Piemme). Innanzi tutto perché è scritto da un uomo di scuola che sa di che cosa parla, che è – per così dire – competente in materia (e di questi tempi non è poco). Poi perché è scritto in maniera chiara, comprensibile anche ai non addetti ai lavori in senso stretto, scritto in italiano e non in sindacalese o politichese. Ultimo e non meno importante perché affronta di petto quelli che sono i problemi reali della scuola italiana.

Si possono condividere o meno le analisi e le proposte di Cremaschi ma non si può negare il fatto che toccano molti punti nevralgici del malfunzionamento del nostro sistema scolastico. Un possibile terreno di confronto dunque su cose concrete, non propagandistico né ideologico.

(more…)

settembre 14, 2009

C’è ancora molto da fare…

Filed under: 70472 — ldvscuola @ 3:37 pm

settembre09b

…Abbiamo evitato il maestro unico e difeso il tempo pieno, ma ANCORA i bilanci delle scuole SONO IN ROSSO perché lo Stato non eroga i soldi dovuti alle singole scuole.

– Sono stati tagliati molti specialisti di inglese; l’insegnamento dell’inglese verrà affi-dato anche a insegnanti di posto comune con solo 200 ore di formazione, costretti a insegnarlo nella loro classe e in un’altra.

–  È stato tagliato pesantemente anche il personale non docente (commessi, personale di segreteria) con gravi conseguenze sul funzionamento e la sicurezza.

– I fondi per le supplenze sono stati tagliati di oltre il 50%. L’intento del ministro è di farci utilizzare le ore di compresenza per le supplenze! Togliere le compresenze vuol dire impedire laboratori , uscite e attività di recupero!

Gli insegnanti di sostegno e i facilitatori culturali sono stati ridotti drasticamente, ma i bambini che ne hanno bisogno sono in continuo aumento!

DOBBIAMO CAMMINARE ANCORA INSIEME…

NOI NON CI STANCHEREMO, SI STANCHERANNO PRIMA LORO

marzo 25, 2009

resoconto incontro al MIUR

Filed under: 70472 — ldvscuola @ 8:49 pm

Al termine dell’incontro con i responsabili del Ministero le delegazioni che hanno portato a Roma le firme raccolte durante la campagna i iscrizione integrativa si sono riunite presso la sede del CIDI e hanno stilato il seguente comunicato stampa. A seguire il resoconto dell’audizione al MIUR.

Nella tarda mattinata di sabato 21 marzo, per oltre due ore, una delegazione di genitori provenienti da Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Toscana, Veneto, Lazio, Campania, in rappresentanza dei Comitati sorti in tutta Italia fin dallo scorso autunno per difendere la scuola pubblica dai tagli di 8 miliardi euro voluti e decisi dal Ministro Maria Stella Gelmini e dal Ministro dell’Economia e Finanza, ha avuto un incontro con il responsabile della segreteria del Ministro Gelmini, dott. Pasquale Capo, con il capo del dipartimento Istruzione dott. Giuseppe Cosentino e con il direttore del Personale Scolastico, dott. Luciano Chiappetta.

La delegazione, di cui facevano parte anche alcuni insegnanti, ha consegnato personalmente al direttore generale per il Personale Scolastico, Dott. Chiappetta, 155.000 copie dei moduli di iscrizione per l’a.s. 2009/10 a testimonianza delle scelte effettuate dalla maggioranza delle famiglie italiane; con tali moduli, infatti, i genitori dei bambini italiani che il prossimo anno scolastico frequenteranno la scuola primaria hanno richiesto un orario scolastico erogato secondo le modalità antecedenti alle modifiche di legge apportate dal Ministro Gelmini.

A fronte di tale massiccia richiesta di una scuola pubblica di qualità da parte della società italiana, i funzionari del Ministero, pur invitando la delegazione ad un nuovo incontro nelle settimane prossime, hanno ribadito che per le classi prime a modulo gli organici verranno attribuiti sulla base di 27 ore settimanali per classe. Questo a dispetto del fatto che oltre il 50% delle famiglie abbiano richiesto il modello organizzativo a 30 ore. D’altra parte, le classi a tempo pieno, già garantite dalla Legge n. 176/2007 del governo Prodi, non verranno incrementate se non in numero infimo.

Prendiamo atto una volta di più che il governo non intende ascoltare le richieste delle famiglie e del mondo della scuola e che la politica scolastica è dettata, in realtà, dalle imposizioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze e/o dalla determinazione di squalificare la scuola pubblica perché tale. In sintesi: meno tempo scuola, meno qualità didattica e pedagogica, meno diritti alla formazione per tutti e per tutte, e una società sempre più debole socialmente e a rischio di devianze giovanili, destinate a crescere e a diventare adulte con gli individui.*

Respingiamo con forza una politica miope che rifiuta di investire nel futuro dei cittadini e delle cittadine italiane e continueremo, a partire dalla pubblicazione della circolare sugli organici, ad opporci con determinazione alle sue pretese ed obiettivi.

Assemblea Nazionale dei Comitati Genitori-Insegnanti in difesa della scuola pubblica di tutti e tutte, per tutti e tutte.
Roma, 22 marzo 2009

RESOCONTO DELL’AUDIZIONE AL MIUR
Sabato 21 marzo 2009

Alle ore 12 di sabato 21 marzo una delegazione delle Segreterie Buona Scuola è stata ricevuta a Roma presso il MIUR dai funzionari Pasquale Capo (responsabile della segreteria del ministro Gelmini), Giuseppe Cosentino (capo dipartimento istruzione) e Luciano Chiappetta (direttore del personale scolastico).

Facevano parte della delegazione: Antonella Loconsolo e Alberto Ciullini (Milano), Mirco Pieralisi e Marina D’Atri (Bologna), Costanza Boccardi e Monica (Napoli), Roberta Roberti (Parma), Francesco Casale (Vicenza e Veneto), Paola Demeo e un genitore (Roma), Sergio Tamborrino e Antonella (Firenze).

Dopo un breve giro di presentazioni, è intervenuto Mirco Pieralisi, che ha illustrato le ragioni della nostra presenza a Roma come delegazione repubblicana e non come semplice somma delle diverse regioni rappresentate; sono seguiti alcuni altri brevi interventi, volti a meglio chiarire la natura delle problematiche che hanno condotto alla campagna di raccolta dei moduli di iscrizione integrativa in tante città italiane e che mettono in grande allarme le famiglie e i docenti della scuola primaria soprattutto, ma anche della scuola media. (more…)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.