Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

novembre 19, 2009

Il Comune vende le colonie!

Filed under: rassegna stampa — ldvscuola @ 5:27 pm
Tags: ,

VERRANNO vendute per «fare cassa» e rimpolpare i magri bilanci del Comune alcune sedi storiche delle colonie estive per i bambini milanesi. Nonostante le promesse dell’ assessore alle Politiche sociali Mariolina Moioli, la giunta ha deliberato recentemente «di inserire nel processo di valorizzazione, fatta salva l’ approvazione del consiglio comunale, le case di vacanza di Recco e di Malcesine ed i terreni siti in Loano e Pietra Ligure». Si tratta di antiche ville, patrimonio storico dell’ amministrazione, usate d’ estate per le colonie e d’ inverno per i soggiorni di “Scuola natura“, anche se le liste d’ attesa sono sempre più lunghe. La decisione di smobilitare parte di quest’ antico patrimonio pubblico conferma le fosche previsioni del sindacato, che già mesi fa denunciava il rischio che il Comune rinunciasse a gestire in proprio strutture di vacanza, per affidare i bimbi milanesi ad alberghi privati. Così in effetti è andata l’ estate scorsa quando, di fronte a un aumento del 28 per cento delle domande per i soggiorni al mare da parte delle famiglie, erano chiuse per ristrutturazione le case di Recco e Andora: il Comune decise di dirottare i bimbi su strutture private a Lignano, Alassio, Rapallo, Loano e Marina di Altidona. Così furono soddisfatte ben 982 delle 3.499 prenotazioni arrivate, e il costo dell’ operazione fu di oltre 577mila euro. Contro la scelta di vendere le strutture di Recco e Malcesine si scaglia Tatiana Cazzaniga della Cgil funzione pubblica: «La richiesta per questo servizio è in aumento, il piano del Comune di svendere le strutture più piccole, anche se appena ristrutturate come nel caso di Recco, per aprirne di più grandi, è discutibile, visto che si è speso molto per i restauri e visto che il Comune “affitta” posti nelle strutture private». Il Comune ha speso per restaurare le ville storiche di Recco e di Andora rispettivamente 2 milioni e 950mila euro e 4 milioni e 560mila euro. Il sindacato ha chiesto un confronto al Comune per capire il destino dei dipendenti pubblici che lavorano nelle colonie, ma finora invano. Critiche al progetto arrivano anche dai consiglieri di opposizione Maurizio Baruffi, David Gentili e Carmela Rozza.

Zita Dazzi ‘Repubblica’

17 Novembre 2009

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: