Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

aprile 19, 2009

Stangata sulle mense scolastiche!

Filed under: in difesa della scuola pubblica,rassegna stampa — ldvscuola @ 8:32 am
Tags:

Raccolte di firme davanti alle scuole, manifestazione a Palazzo Marino e la richiesta formale di riaprire i termini per l´iscrizione alla refezione scolastica per il prossimo anno. Parte da queste prime iniziative la protesta contro l´aumento delle rette delle mense annunciata dai genitori dei 70mila alunni che ogni giorno mangiano a scuola. L´allarme nasce dalla notizia che chi non ha presentato l´Isee – il cosiddetto redditometro che misura, assieme al reddito, il patrimonio familiare – al momento dell´iscrizione verrà automaticamente assegnato alla fascia di reddito più alta, e quindi anche alla fascia di pagamento più costosa.«È una misura necessaria per far sì che ciascuno paghi il dovuto, senza scappatoie – spiega l´assessore all´Educazione, Mariolina Moioli – Chi non lo presenta inevitabilmente pagherà il massimo. Abbiamo già un debito molto grave per colpa dei morosi». I rincari per le mense scatteranno da settembre. La notizia era stata diffusa dall´amministrazione già nei mesi passati, quando, in sede di approvazione del bilancio 2009, il Comune aveva deciso di ritoccare le tariffe. «Ma le informazioni sono state poco chiare e la maggior parte delle persone non ha capito questo dettaglio e ora rischia di trovarsi a pagare la quota massima aumentata di un terzo rispetto all´anno scorso», spiega Antonella Loconsolo, una delle referenti del network delle commissioni mensa nelle scuole.

Sul tema si è anche recentemente svolta un´assemblea cittadina che ha molto discusso sugli «aumenti delle rette che non corrispondono a un miglioramento della qualità del servizio offerto da Milano Ristorazione». Con le nuove tariffe salgono da 800 a 7mila le famiglie a basse reddito che godono della gratuità, per 35mila le rette restano invariate, ma per chi ha un Isee tra 12mila 500 e 27mila euro l´aumento è 133 euro l´anno, mentre il rincaro è di 208 euro per i redditi più alti. Alla fine, circa 20mila famiglie pagheranno fino al 30 per cento in più.
7 aprile 2009 –
Zita Dazzi- Repubblica

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: