Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

dicembre 13, 2008

Gelmini: confermato superamento modulo

Filed under: in difesa della scuola pubblica — ldvscuola @ 9:48 pm
Tags:

comunicati stampa dal sito del ministero
Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini Roma, 11 dicembre 2008

“La responsabilità del percorso formativo e didattico nella scuola elementare resta in capo ad un unico docente.

Questo modello didattico che supera l’organizzazione del modulo può essere declinato con l’opzione a 24 ore nel caso in
cui il docente sia in grado di insegnare tutte le materie previste e quindi anche l’inglese, oppure a 27 ore con
l’utilizzo di tre ore aggiuntive per l’insegnante di inglese e di religione e in ogni caso non ci sarà compresenza in
classe.

Le famiglie potranno scegliere tra 24, 27 e 30 ore di lezione settimanali oppure il tempo pieno di 40 ore. Con
l’eliminazione delle compresenze ci saranno più classi che faranno tempo pieno”.

Gelmini: abolito il modulo nessuna marcia indietro

Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini Roma, 12 dicembre 2008

“Non c’è nessuna retromarcia. E’ tutto confermato. Un unico maestro sarà il punto di riferimento educativo del bambino e
viene abolito il modello a più maestri degli anni 90. Chiunque affermi in queste ore che è cambiato qualcosa sta
semplicemente dicendo una falsità e cerca in maniera strumentale di mettere in discussione la linea del governo che non
è mai cambiata e che non cambia”.

Scuola, il ministro Gelmini a congresso Associazione Nazionale Presidi Roma, 12 dicembre 2008

Il ministro Mariastella Gelmini è intervenuto questa mattina al congresso dell’Associazione Nazionale Presidi a Fiuggi.
Accolto da un lungo applauso il ministro ha ribadito che nella scuola primaria ci sarà un’unica figura di riferimento
educativa per i bambini. Il ministro si è detto favorevole a una collaborazione con le forze sindacali e con
l’opposizione purché non ci siano più falsità sulla riforma in atto. Ha poi sottolineato l’importanza della
valorizzazione del merito degli insegnanti e dell’autonomia scolastica che è un’autonomia vuota se i dirigenti
scolastici non possono scegliere i docenti. Per questo, ha aggiunto il ministro, è necessario fornire ai capi d’istituto
gli strumenti per poter governare pienamente la scuola in senso autonomistico.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: