Genitori Preoccupati Scuola Leonardo da Vinci

novembre 13, 2008

Ministro Gelmini, salviamo il tempo pieno!

Filed under: in difesa della scuola pubblica,rassegna stampa — ldvscuola @ 12:09 pm
Tags:

urloSulle pagine milanesi del Corriere della Sera del 12 novembre , nella rubrica dellelettere curata da Giorgio Schiavi c’è una bella lettera sul tempo pieno
nella scuola elemetare.
Nella sua risposta, Schiavi invita a sottoscrivere l’appello per salvare
l’attuale offerta formativa, inviando un e-mail alla sua rubrica
gschiavi@rcs.it.    Invitiamo tutti a farlo!

————————————————————————–

Dal Corriere del 12-11-2008

Caro Schiavi, scrivo a tutti quelli che dicono «stavamo meglio quando stavamo peggio», cresciuti con il maestro unico: quelli che «se andava bene 30 anni fa va bene anche adesso», gli stessi che poi ripetono che «i bambini di oggi sono tanto cambiati rispetto a ieri…». Scrivo per dire che la retromarcia innescata dal ministro Gelmini, quella che stenderà migliaia di precari nella scuola, annulla in un colpo solo tutto quello che di buono è stato fatto per arricchire la didattica dei nostri figli alle elementari.

Ma soprattutto scrivo perché vorrei dire ad alta voce che un unico maestro per classe toglie definitivamente un bene prezioso a migliaia di famiglie: il tempo prolungato. Il tempo pieno non è doposcuola, è molto di più di un soggiorno forzato per figli di genitori lavoratori. Il tempo pieno è stato «riempito» veramente. E per tutti i genitori che lavorano, poter scegliere un tempo e uno spazio in cui i nostri figli stiano con i loro insegnanti e con tutti i loro compagni per svolgere regolare attività didattica senza essere i «pochi» all’interno di una scuola a «doversi fermare», non è un traguardo da poco. Il tempo pieno è il futuro della nostra scuola primaria, dove sempre più famiglie si avviano a organizzare (ormai per necessità) la loro vita su un lavoro full-time e che vogliono poter continuare a scegliere per i propri figli scuole pubbliche che garantiscano la presenza delle proprie maestre e l’attività didattica per tutto l’orario scolastico giornaliero nella convinzione che il tempo che il lavoro sottrae ai loro figli sia così tempo sano e valido, ma soprattutto coordinato all’interno di un progetto formativo ed educativo. Chiediamo alla scuola di essere viva, ricca, piena di occasioni per i nostri figli, moderna e aperta alla società. Ma con l’innalzamento del numero di alunni per classe, la riduzione delle ore di sostegno ai disabili, con un unico maestro, il tempo pieno che scompare e il doposcuola che riappare, sarà così? Scusate se ero rimasta nostalgicamente ferma allo slogan: «I bambini sono il futuro».
Cinzia Micoli

———————
Cara Cinzia, contano ancora gli appelli? Al suo aggiungo il mio, al ministro Gelmini: riconsideri la questione del tempo pieno dove funziona, non cancelli una realtà apprezzata dal 90 per cento dei genitori di Milano e della provincia. Passare al doposcuola (gestito dai Comuni) è un ritorno al passato, un passo indietro educativo. Purtroppo chi difende il tempo pieno in Italia è una minoranza: ma la battaglia è giusta. E per una buona ragione chi vuole sottoscrivere l’appello lo faccia anche da questa rubrica: i bambini sono il futuro.
Giangiacomo Schiavi
12 novembre 2008

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: